autocad-23Djpg-700x387

Come trasformare le linee di un disegno 3D in un foto render

Fotorender, ovvero: quando il tuo progetto può diventare un’immagine realistica. Una importantissima opportunità che ci viene offerta proprio grazie ad un programma innovativo e molto utile, come AutoCAD
AutoCAD ci ha abituati a non avere limiti nel sapersi migliorare anno dopo anno, e proprio questo aspetto così importante, Autodesk è riuscita a renderlo concreto grazie all’aggiunta di elementi positivi e perfezionando sia le funzionalità che riguardano il campo bidimensionale, che quelle che riguardano quello tridimensionale.
Spesso, dopo aver realizzato un progetto e quindi confezionato i relativi elaborati tecnici che ci portano a fare rendere eseguibile la nostra opera, si sente la necessità di produrre immagini realistiche del nostro progetto come se fosse già stato costruito ed inserito nel contesto urbano.
Tutto ciò è possibile farlo ed ottenerlo con il programma AutoCAD.

LE MIGLIORI SOLUZIONI PER IL FOTO RENDER


A tal proposito Autodesk, la casa madre del software, si è ancora una volta superata, permettendo al noto programma di disegno tecnico e progettazione di crescere ancor di più, anche per mezzo dell’inserimento di materiali che possano permettere a tecnici progettisti o ad appassionati del disegno tecnico, di avere le più disparate soluzioni per la realizzazione dei foto render.
Potremo metterci nella condizione di conoscere questo programma e le opportune modifiche che Autodesk ritiene utile ogni anno fare per renderlo imbattibile sulla concorrenza, frequentando degli appositi Corsi di AutoCAD 3D che sapranno suddividere argomento per argomento in base alle nostre necessità.
Di solito la parte più ostica di AutoCAD è quella relativa al 3D e alla elaborazione dei foto rendering, ma non dovremo preoccuparci di questo perché, assimilando una nozione dopo l’altra, riusciremo ad ottenere ogni nostro scopo.

DALLA PROGETTAZIONE BIDIMENSIONALE A QUELLA TRIDIMENSIONALE

Così, dopo aver progettato le nostre piante in due dimensioni, per poi successivamente averle innalzate creando un disegno tridimensionale che potrebbe rappresentare ad esempio la casa dei nostri sogni, riusciremo anche ad apprendere i procedimenti che ci permetteranno di creare una foto realistica di ciò che abbiamo ideato.
Gli utenti che hanno una certa esperienza in campo AutoCAD, riescono ad organizzare il proprio lavoro in vari modi, ma secondo molti il metodo più convenente sarà quello di elaborare il modello tridimensionale creando più livelli per ogni diverso tipo di superficie e mettendo ogni oggetto sul livello corrispettivo.

Per ognuno dei livelli creati si andranno ad inserire i materiali che avremo pensato per quella determinata superficie: i materiali di default risultano essere incrementati soprattutto nelle ultime versioni del software, ma nel caso in cui non trovassimo quello adatto potremo crearlo ed inserirlo nel nostro archivio per progetti futuri.
I materiali da noi scelti saranno sempre editabili, per cui, prima di una loro applicazione, associandoli più comodamente dal layer, saremo in grado di variarne la trasparenza, la riflettività, la rugosità etc.
Una volta perfezionato il nostro progetto, avendo inserito i relativi materiali, potremo scegliere la nostra vista renderizzata e dalle impostazioni avanzate di rendering la qualità con cui andremo a fare i nostri fotorendering.

progettare-in-3d-con-AutoCAD-700x400

Come realizzare un 3D da una pianta bidimensionale

Realizzare un 3D da una pianta bidimensionale: è possibile con AutoCAD, uno degli strumenti che oggi ingegneri, architetti ma anche persone non particolarmente tecniche ed esperte, possono utilizzare per scopi di disegno tecnico e progettazione.

AutoCAD è un’esperienza, più che un programma. Un’esperienza che consente di mettersi di fronte ad una situazione davvero molto interessante, quella che consente ogni giorno di apprendere sempre cose nuove, grazie proprio alla struttura di un programma fresco, intelligente, utilissimo anche a persone non particolarmente tecniche ed esperte. I neofiti del mondo AutoCAD, di solito cominciano a conoscere questo programma dalle mille risorse iniziando a mettersi a confronti anche con tutto ciò che serve a fornire le basi del disegno bidimensionale.
Ecco come disegnatori e studenti decidono di scegliere AutoCAD.

AUTOCAD,
LA GIUSTA SCELTA ANCHE PER IL 3D

In genere, si sa che tutti coloro che possiamo inserire nella categoria dei disegnatori alle prime armi, potrebbero essere appassionati autodidatta, o più semplicemente studenti che, terminata la scuola dell’obbligo, decidono di iscriversi in Università come Architettura, Ingegneria o altre facoltà dove il disegno tecnico la fa da padrone. Il loro sogno, insomma, è progettare, disegnare, avere a che fare con piante, disegni tecnici, e tutto ciò che concerne l’uso di un programma interessante come AutoCAD.
Gli stessi si troveranno ad adoperare nella maggior parte dei casi, il diffusissimo AutoCAD e lo faranno inizialmente con entusiasmo in campo 2D, ma subito dopo potrebbero imbattersi nell’errore di affidarsi ad altri programmi che potrebbero facilitare la costruzione di un disegno tridimensionale a discapito della sua precisione.
Molti esperti del settore consigliano vivamente di non lasciarsi scappare le potenzialità di AutoCAD anche in campo 3D, e di preferire, quindi, affidarsi concretamente a chi, istituendo corsi professionali, è in grado di trasferire le proprie conoscenze relative a questo software, sia nel disegno bidimensionale che tridimensionale.

LA MODELLAZIONE 3D CON AUTOCAD

Lavorare con la modellazione 3D in AutoCAD, in linea di massima è una cosa semplice e con un po’ di impegno e dedizione, si potrà arrivare a diventare dei veri specialisti, riuscendo a conoscere AutoCAD a 360°.
Le conoscenze preliminari di AutoCAD permettono solitamente di costruire una pianta in due dimensioni, ad esempio quella di un appartamento.
Ma se avremo voglia di testare la nostra capacità di riuscire a creare da quella semplice pianta, l’intera volumetria del nostro appartamento, allora basterà ripassare con delle polilinee, magari in un altro layer, la base dei muri presenti nella stessa.
Fatto ciò potremo cominciare ad andare a creare il volume del nostro appartamento, e per farlo basterà andare sul comando “Estrudi” relativo alla modellazione 3D e coinvolgendo le polilinee precedentemente disegnate, innalzeremo i nostri muri riuscendo a dare le altezze desiderate.
Questo comando è, in sostanza, la base della progettazione in tre dimensioni, e servirà a dare volume ai nostri più disparati disegni bidimensionali.

Per te una breve introduzione ad AutoCAD

ABC-700x400

ABC di AutoCAD: da dove iniziare

ABC di AutoCAD: un programma molto interessante, che consente la facile esecuzione di disegni tecnici, l’elaborazione dei progetti, sia in campo strettamente professionale che nei settori meno legati alla professione di architetto o ingegnere.

Al giorno d’oggi, esistono molte possibilità per rendere semplice l’utilizzo, anche non strettamente legato alla professione tecnica, degli strumenti atti al disegno tecnico ed alla progettazione. Se un tempo, infatti, si era soliti utilizzare strumenti di uso comune ed in qualche modo tradizionali, come squadretta, china, e gomma per disegnare ed eseguire un progetto – investendo così un maggior numero di ore per definire un progetto o un disegno tecnico – al giorno d’oggi la situazione è nettamente differente. Ed i vantaggi relativi ai cambiamenti nel settore tecnico e della progettazione sono decisamente molto importanti: pensiamo, ad esempio, alla possibilità di eliminare errori o imprecisioni, ed ovviamente anche al fatto di impiegare meno tempo rispetto a prima per il disegno tecnico.
Tra i vari programmi che possono essere considerati utili a questo scopo – e che hanno in qualche modo semplificato la vita di architetti, tecnici e futuri tali – vi è, appunto, AutoCAD. Si tratta del primo software CAD o comunque di uno dei programmi migliori in assoluto – dove la sigla “CAD” sta ad indicare la terminologia Computer Aided design.

Come nasce AutoCAD

È stato introdotto nel 1982 da Autodesk, nota azienda che, nel corso degli anni, si è sempre dedicata all’ideazione di programmi e software, specifici, come AutoCAD, e dedicati alla progettazione ed al disegno tecnico. Ma tra gli architetti, gli ingegneri, e tutti i tecnici, il programma è sicuramente il prodotto base per la progettazione, e probabilmente non solo per questa categoria di professionisti: si tratta di un programma utilizzato per eccellenza dagli ingegneri il cui scopo è quello di progettare parti meccaniche – non a caso, il “ragionamento” di AutoCAD funziona in millimetri – ma anche per persone meno addentrate nel settore professionale.
Ed in effetti, un corso base di AutoCAD potrebbe essere molto utile soprattutto per questa seconda categoria: all’interno di un corso di livello basilare, infatti, si possono trovare tutte le informazioni e le nozioni utili e necessarie allo svolgimento del disegno tecnico, avendo così la possibilità di ottimizzare anche i tempi. Comandi come “Estrudi”, che è in sostanza uno dei principali, se non il più utile ed importante, possono essere compresi ed utilizzati in maniera molto semplice, proprio grazie alla possibilità di apprendere i segreti e le mille risorse che il programma offre al giorno d’oggi.

Da dove iniziare per diventare un esperto AutoCAD?

Per rispondere, quindi, alla domanda “Da dove iniziare con AutoCAD?” possiamo dire che un buon metodo per iniziare è proprio quello di seguire un corso specifico, anche a livello base, che dia le nozioni necessarie ad un utilizzo corretto, veloce ed efficace.

Per te una breve introduzione ad AutoCAD

Corsi Online Disponibili

Nel rispetto delle ultime norme recanti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, si comunica che sono disponibili nuove date per i Corsi Online in Smart Learning in diretta Live con il Docente o Corsi in E-Learning su piattaforma dedicata.

Per maggiori informazioni sui Corsi Online e sui Corsi E-Learning puoi contattarci ai seguenti recapiti: 06 875 648 33, oppure su WhatsApp ai numeri 338 891 0335 (Jessica) 327 828 6658 (Ilaria) dalle 9:30 alle 13:30 e dalle 15:00 alle 19:00.

CONTATTI

numero verde bianco

ROMA

SEDE DIDATTICA ATC E AMMINISTRATIVA
Via Giano della Bella 18, 00162 Roma
(+39) 06 875 648 33

SEDE TORINO ATC

Torino:
Via San Donato 59, 10144
(+39) 011 192 17092

ALTRE SEDI DI CERTIFICAZIONE:

Milano:
Corso San Gottardo 19 Int. 1, 20136
( 39) 02 4944 8572

Firenze:
Viale Belfiore 10, 50144
(+39) 055 3241 233

Bologna:
Via Guglielmo Marconi 51 40122
(+39) 051 022 6489

Genova:
Corso Andrea Podestà 8, 16128 
(+39) 010 539 9783

Bari:
Via Carrante, 9 – 70124 BA
(+39) 080 2056 949

Catania:
Via Tarelli, 3 - 95022 - Aci Catena
presso TESI Automazione srl
(+39) 095 7643 817

Padova:
Via Savonarola 217 - 35137 Padova
(+39) 049 823 5815

Napoli:
Via San Giacomo 32, 2 piano - 80133
(+39) 081 006 3612

Cagliari:
Viale Cristoforo Colombo 88
Piano 2° - Quartu Sant'Elena
(+39) 070 7966972

LEGALE

Informativa sulla Privacy
Note Legali
Uso dei Cookie
Termini e Condizioni

RESTA CONNESSO

logo facebook
logo twitter
logo youtube

ENTE ACCREDITATO

logo cni

logo regione lazio

logo unisapiens

logo certiport

logo agid

A-SAPIENS

logo-unisapiens-150

Mettiti in contatto con noi!

Inviando il presente modulo accetti il trattamento dei dati personali da parte di A-Sapiens secondo quanto disposto dalla nostra informativa sul trattamento dei dati personali.

© 2021 Gruppo A-Sapiens - Via Giano della Bella 18, 00162 Roma - UniSapiens s.r.l. - P. IVA 13972011004 - Web by Logo Cooldesign

× Contattaci su WhatsApp!