webinar-le-figure-del-bim

Formazione, Certificazione e Il BIM per le imprese: La giornata del Building Information Technology alla Sapienza

Si è svolta ieri la I edizione di PROGETTARE IN BIM: opportunità e cambiamento tra presente e futuro, presso l’Università di Roma La Sapienza e prima tappa di una serie di eventi dedicati alla Building Information Technology promossi dalla A-Sapiens in collaborazione con ICMQ.

Un convegno, due aule (in sede ed online) ed oltre 300 partecipanti.

L’evento promosso da A-Sapiens ha visto la partecipazione di Luigi Zonetti, della commissione per l’innovazione tecnologica dell’Ordine degli ingegneri di Roma, dell’Arch. Luca Talucci, responsabile didattico A-Sapiens e BIM Training Expert, e del Dott. Daniele Torsello responsabile commerciale ICMQ.

Protagonista del dibattito la digitalizzazione, l’innovazione nella progettazione di impianti, infrastrutture, di sistemi per la mobilità integrata, trasporti, ambiente e territorio e lo sviluppo tecnologico per settori strategici in Italia come quello edile, delle costruzioni e delle infrastrutture.

Perché si parla così tanto di BIM?

Apre il dibattito l’Ing. Zanetti introducendo il BIM come un processo, un cambio essenziale del paradigma progettuale, e non come un semplice software: “In Italia, la portata rivoluzionaria del BIM viene spesso ridotta a quella di un semplice strumento; ed è proprio nel nostro territorio che spesso troviamo anche una consulenza specialistica disorientata e poco preparata”

Il BIM è invece una metodologia , prosegue l’Architetto Luca Talucci, evidenziando come sia necessaria una trasformazione dell’intera filiera industriale, ma anche della politica, delle istituzioni e degli ordini professionali per aderire ad strategia industriale di settore che porterà a risultati concreti ma nel medio-lungo termine.

L’offerta di figure specializzate nell’attuale mercato del lavoro è poi spesso carente,
ha concluso il Dottor Torsello responsabile commerciale dalla ICMQ che ha offerto una panoramica completa sulla certificazione degli esperti e delle aziende che operano in BIM.

Perché Certificarsi?

“Si stima che entro il 2020 il valore del BIM nei principali mercati globali, Brasile, Corea, Australia, Nuova Zelanda e UK sarà pari a 11,7 miliardi di dollari, e caratterizzato da un tasso annuo di crescita del 21,6%” afferma Torsello e prosegue:

“ le competenze degli specialisti del BIM (Manager, Specialist e Coordinator) diverranno indispensabili per il futuro mercato del lavoro, sia a livello nazionale che europeo e nella gestione degli appalti pubblici”.

Opportunità e cambiamento, cita lo slogan dell’evento A-Sapiens: perché vincere la sfida del cambiamento per l’Italia può trasformarsi nell’opportunità decisiva di riscatto in un mercato che si sta trasformando e che vedrà dei cambiamenti straordinari negli anni a venire. Il modello italiano deve sapersi adattare ai mercati sempre più globali, imparando a lavorare anche con grandi operatori del settore esteri, sia americani che inglesi.

Parola d’ordine è restare competitivi.

BIM-MANAGER

L’importanza della figura del BIM Manager

Building Information Modeling: la tecnologia innovativa che rappresenta il nuovo modo di lavorare nel settore della progettazione e del disegno: attori principali di questo processo innovativo sono soprattutto ingegneri, architetti, tecnici della progettazione e geometri.

Di cosa si occupa un BIM Manager, quali sono le sue caratteristiche e perché è così importante questa figura

BIM, ovvero: Building Information Modeling

La professionalità non ha alcun confine, grazie ad una tecnologia come quella del BIM, ovvero Building Information Modeling, che è oggi un metodo di lavorazione e di progettazione davvero innovativo ed intelligente al quale fanno capo tecnici e architetti, ma anche ingegneri e geometri in genere.
Ed è proprio grazie a questa tecnologia originale e del tutto nuova che è possibile sviluppare e dare vita a nuovi processi, come ad esempio l’utilizzo di rappresentazioni volte ed orientate al prodotto finale, ovvero la visualizzazione perfetta in 3D di un edificio, e tutte le informazioni utili alla gestione di un progetto.

La figura del BIM Manager: colui che progetta ed aggiorna il modello BIM

Chiaramente, un modello di questo tipo deve essere aggiornato e gestito da parte di persone esperte e qualificate, come può essere, ad esempio, un tecnico che sappia in generale sfruttare le potenzialità di questo programma.
Stiamo parlando in sostanza del BIM Manager: si tratta della figura professionale che si occupa di gestire e aggiornare il Modello BIM, garantendo il corretto coordinamento del progetto e la gestione dei relativi ruoli. Inoltre, questa figura è in grado di organizzare e gestire anche le varie fasi della progettazione ed allo stesso tempo applica varie correzioni, che si rendono necessarie a causa di alcune interferenze, provvedendo alla riassegnazione delle stesse al team.

I vantaggi relativi a questo progetto sono tanti. Attraverso il BIM, per dirne uno, si riesce a lavorare in maniera innovativa, ottenendo così la perfetta condivisione di informazioni tra le figure coinvolte nel processo di sviluppo: gli attori principali coinvolti in questo processo possono essere i tecnici, come architetti, ingegneri e geometri; tuttavia anche la categoria degli investitori ed imprenditori può essere interessata, per ovvi motivi, al processo di sviluppo.
Il BIM è un processo standardizzato per lo sviluppo degli edifici di costruzione futura. È proprio per mezzo di specifiche informazioni e dati ottenibili per mezzo del BIM che si riesce ad ottenere un prototipo che permetta a tutte le parti coinvolte nel processo di sviluppo, di riuscire a simulare facilmente lo sviluppo di un edificio.
Appare chiaro che il ruolo del BIM MANAGER è di notevole importanza, in quanto riesce ad essere la figura in grado di gestire e coordinare i progetti BIM multidisciplinari, facendo riferimento alle energie e le risorse dell’azienda, e puntando alla corretta gestione delle procedure aziendali.
Al giorno d’oggi, per ottenere questa possibilità introdotta da un programma come il BIM, sono stati ideati molti corsi atti allo scopo di ottenere facilmente la certificazione di BIM Manager: questi prevedono la frequenza obbligatoria ed un relativo esame finale che se superato certifica l’utente alla figura di BIM Manager ICMQ UNI 11337.

CONTATTI

Numero Verde
gratuito da tutta Italia
800 662 571

Roma:

SEDE AMMINISTRATIVA
Via Nomentana, 84 00161 RM
(+39) 06. 442. 431. 86
(+39) 06 972 788 45
(+39) 06 976 018 47

SEDE DIDATTICA
Via Giano della Bella 18 00162 Roma
(+39) 06. 442. 426. 86

Milano:
Piazza IV Novembre, 4 20124 MI
Numero Verde 800. 662. 571

Torino:
Corso Orbassano 336, 10137 TO
(+39) 011. 311. 18. 16

Firenze:
Viale Belfiore 10, 50144 FI
(+39) 055. 32. 41. 233

Bologna:
Via Guglielmo Marconi 51 40122 BO
(+39) 051. 022. 64. 89

Genova:
Corso Andrea Podestà 8, 16128 GE
(+39) 010. 53. 99. 783

Bari:
Via Carrante, 9 – 70124 BA
(+39) 080. 20. 56. 949

IN COLLABORAZIONE CON

A-SAPIENS

Mettiti in contatto con noi!

© 2018 A-Sapiens - Via Nomentana, 84 - 00161 Roma - P.IVA 13776041009 - Web by