fbpx
Come impostare modelli di fattura su excel

Come creare un modello di fattura su Excel

Il programma Microsoft Office Excel è uno dei più utilizzati al mondo per quanto riguarda la creazione e la gestione dei fogli di calcolo. Grazie alle sue molteplici funzioni infatti, è possibile attuare dei calcoli anche molto complessi e specifici, oltre che avere una gestione impeccabile dei dati che si hanno a disposizione. I suoi strumenti però, non sono sempre semplici ed intuivi, ed è importante essere a conoscenza di tutte le funzioni di cui dispone per poter lavorare in maniera fluida. Molte persone infatti, pensano che sia sufficiente avere una conoscenza superficiale dei programmi Office per potersi muovere tra le varie opzioni, ma la realtà è ben diversa, specie per un programma come Excel. Nelle realtà lavorative infatti, è ormai molto importante presentarsi con un curriculum personale di valore, che presenti un reale background di conoscenze informatiche e digitali, ormai molto richieste nella maggior parte dei paesi sviluppati.

A questo proposito, noi di A-Sapiens abbiamo creato una realtà formativa solida e professionale, con il fine di offrire la migliore formazione possibile circa il mondo dell’informatica. Non solo offriamo la possibilità di conseguire la certificazione più riconosciuta al mondo, l’ECDL, ma ci concentriamo anche sui singoli programmi del pacchetto Office, compreso Excel. All’interno di ogni corso vengono spiegate tutte le funzionalità dei vari programmi, ed al termine del corso, se l’esame viene superato, si consegue la relativa certificazione. Ad ogni modo, in questa guida abbiamo pensato di fornirti qualche consiglio per quanto riguarda i modelli di fattura su Excel, un elemento molto comune ed utilizzato in ambito lavorativo.

Modelli di fattura per Excel

Excel, essendo un programma piuttosto completo e ricco di funzioni, consente anche di lavorare su modelli di fattura preimpostati. Il procedimento è molto semplice ed intuitivo, in quanto basta qualche click del mouse per scegliere il modello di fattura che si preferisce. Innanzitutto bisogna aprire il programma e, successivamente, scrivere la parola fattura nella barra di ricerca posta in alto a sinistra se si utilizza Windows, a destra se si utilizza macOS. Dopodiché è già possibile vedere tutti i modelli di fattura che Excel mette a disposizione, e scegliere quello più indicato. Nel momento in cui si è effettuata la selezione del modello desiderato, non bisogna fare altro che inserire tutti i dati relativi alla fattura e ai prodotti da fatturare; Excel ti permetterà di effettuare tutti i calcoli relativi all’IVA, all’imponibile, agli sconti e via discorrendo.

Ad ogni modo, se nessuna delle miniature presentate nella Home è abbastanza soddisfacente, si ha la possibilità di collegarsi al sito ufficiale Office e navigare tra altri modelli disponibili. L’unica cosa a cui bisogna fare attenzione è che il modello selezionato sia disponibile per Excel, poiché alcuni sono disponibili solamente per Word.

Successivamente non rimane alto da fare che iniziare con il download, che ha una durata di al massimo qualche secondo. Infine, una volta scaricato il modello, non bisogna fare altro che aprirlo in Excel ed iniziare ad inserire i dati relativi alla fattura. Anche in questo caso, i calcoli avvengono in maniera completamente automatica. Nonostante il sito Microsoft rimanga quello più affidabile per il download di modelli di fatture, ve ne sono altrettante tipologie da poter scaricare su Internet, basta assicurarsi della loro completezza ed autenticità.

Infine, ricordiamo anche che vi è la possibilità di scaricare ed utilizzare i modelli preimpostati delle fatture anche tramite l’app di Excel per i tablet e gli smartphone. Il procedimento rimane molto simile, in quanto è sufficiente selezionare la scheda Nuovo e selezionare il modello di fattura che si desidera utilizzare. Gli unici veri cambiamenti nell’utilizzo di Excel per la versione mobile riguardano la sua usabilità in termini di pulsanti e tasti, in quanto non rimangono posizionati esattamente come nella versione desktop. Ad ogni modo, anche l’app dispone di un’interfaccia piuttosto semplice, ed è quindi sufficiente muoversi tra le opzioni messe a disposizione per capire come inserire i dati ed effettuare i calcoli. Inoltre, la comodità dell’app risiede anche nella possibilità di condividere il documento con altri utenti attraverso programmi come Google Drive e Dropbox.

Come creare un modello di fattura su Excel

Le soluzioni sopra presentate possono essere considerate le più semplici e comode in assoluto, ma parliamo ora dell’opzione che comprende la creazione in totale autonomia di un modello di fattura. Anche in questo caso, i procedimenti sono abbastanza semplici, anche se più numerosi. Innanzitutto, come sempre, bisogna aprire un nuovo foglio di calcolo Excel dove iniziare a lavorare. Il primo passo da compiere è quello di cliccare sulla voce Inserisci presente nella barra degli strumenti in alto e, successivamente cliccare sul tasto Testo, presente nella parte finale della barra; da qui si apre una piccola finestra che riporta diverse voci, tra cui Casella di testo. Cliccandoci sopra è possibile creare un rettangolo completamente svincolato dalla presenza delle celle del foglio di calcolo, all’interno del quale si andranno ad inserire i dati relativi all’intestatario e, successivamente, creando un altro rettangolo, i dati del cliente.

In entrambi i rettangoli è possibile notare che lo sfondo rimane completamente bianco, anche se è possibile cambiare le colorazioni con un semplice click. Per quanto riguarda la posizione di questi all’interno del documento, trascinandoli è possibile collocarli nel punto del file più idoneo alla creazione della fattura. Il secondo passaggio è quello di creare dei bordi per l’inserimento sia delle celle, sia dei relativi dati; l’immagine sotto riportata si riferisce alla parte della barra degli strumenti dove è possibile andare a selezionare il tipo di bordo desiderato:

 

 

Inoltre, un suggerimento molto valido per rendere chiara ed intuitiva la fattura è quello di alternare le righe con riempimenti di colori diversi, ma che devono comunque rimanere chiari per non oscurarne il contenuto. Per quanto riguarda invece la definizione delle formule, queste vanno impostate orizzontalmente riga per riga, così da calcolare in automatico il risultato tra i dati inseriti nelle varie celle. Prendiamo per esempio una riga che contiene il numero della quantità totale di un prodotto -10 matite- ed il relativo prezzo nella cella adiacente per singola matita -1.20 euro-. In questo caso è possibile inserire la formula che moltiplica direttamente i due numeri per tutte le righe presenti nel documento, di modo da trovare l’importo totale. Successivamente, è necessario andare a sommare tutti gli importi ottenuti per scoprirne la base imponibile sulla quale verrà poi calcolata l’IVA. Togliendo il valore dell’IVA, si scoprirà il valore totale della fattura. In questo modo si ha la possibilità di creare un modello di fattura da zero, nonostante il nostro consiglio rimanga quello di affidarsi ai modelli preimpostati per evitarsi l’incombenza di crearne uno da zero.

 

Come calcolare una percentuale su Excel

Come inserire e personalizzare i grafici su Excel

Excel è uno dei programmi del pacchetto Microsoft Office più utilizzati al mondo per la creazione e la gestione di fogli di calcolo. Le sue funzioni però, sono molteplici, e non sempre semplici ed intuitive come si può pensare. Ad oggi però, avere una conoscenza approfondita di un programma come Excel, consente una maggior facilità nell’affacciarsi al mondo del lavoro, oltre che una miglior gestione di quella che può essere considerata la gestione personale della contabilità. Il suo utilizzo infatti, non avviene solamente nelle realtà lavorative, ma torna utile in diverse situazioni: scolastica, personale, famigliare e finanziaria.

Ad ogni modo, in qualsiasi caso se ne faccia uso, è molto utile essere a conoscenza di tutti gli strumenti che mette a disposizione, per poterne usufruire a pieno.  A questo proposito, noi di A-Sapiens abbiamo creato un portale formativo grazie al quale è possibile frequentare diversi corsi formativi, tra cui quello di Excel.

Con la frequentazione delle lezioni, oltre ad ampliare il proprio background di conoscenze informatiche, è possibile conseguire la relativa certificazione. Grazie a questo attestato è possibile certificare le proprie competenze in ambito digitale, che torna sempre utile nel momento in cui si vuole dare valore aggiunto al proprio curriculum.

Ad oggi infatti, le aziende tendono a ricercare figure professionali già formate sotto questo punto di vista, di modo da poterla inserire nell’ambiente lavorativo senza dover attendere una sua successiva formazione. Il nostro intento quindi, tramite i nostri corsi di formazione, è quello di mettere a disposizione degli utenti tutte le possibilità per far sì che il loro profilo venga arricchito con del reale valore aggiunto. Ad ogni modo, in questa guida mettiamo a disposizione qualche suggerimento riguardo all’inserimento dei grafici nel foglio di calcolo Excel, elementi fondamentali all’interno di un documento completo e professionale.

Come avviene l’inserimento dei grafici

Come prima cosa, ancora prima di parlare dell’inserimento dei grafici, è doveroso fare alcune sottolineature, con il fine di rendere ancora più scorrevole il lavoro; il processo è molto semplice ed intuivo, ma se non si conoscono alcuni passaggi, potrebbe risultare un po’ complicato. Innanzitutto, è importante sottolineare che la presenza dei grafici -in un qualsiasi documento- sia la fotografia dei dati matematici scritti precedentemente, e che la loro presenza ne semplifichi la comprensione. Specialmente per quei file dove si prendono in analisi periodi lunghi, con molti dati, la presenza di un grafico rende tutto immediatamente più chiaro, specie a colui che si ritrova ad ascoltare ma che è esterno alla situazione.

Come prima cosa quindi, per poter inserire qualsiasi grafico all’interno di un documento Excel, è necessario avere dei dati sui quali andare a lavorare. Successivamente, si devono selezionare tutte le celle che si desidera vedere riportate sotto forma di grafico e cliccare sulla voce Inserisci, presente nella barra degli strumenti in alto. Come è possibile osservare dall’immagine, una volta cliccato sulla voce Inserisci si apriranno diverse finestre, una delle quali riporta la voce Grafici. Cliccando su questa voce, appariranno i grafici più classici sotto forma di icone, ma tenendo in considerazione l’ultima voce -Altri grafici-, è possibile scorrere una lista piuttosto sostanziosa di diversi grafici da poter inserire nel documento. Ogni grafico inoltre, risulta più o meno comodo in base al documento Excel e a quello che si deve mostrare, ma è consigliabile sceglierne uno molto intuitivo, specie se la quantità di numeri è elevata.

 

 

Nell’esempio qui riportato abbiamo fatto il caso in cui il grafico in questione avrebbe dovuto riportare i dati relativi ai guadagni dei primi tre mesi degli anni riportati nella prima colonna. Come anticipato, per poter  inserire il grafico, è necessario selezionare interamente i dati che verranno riportati e, successivamente, inserire il grafico. Il processo quindi, è piuttosto semplice ed intuitivo, ma parliamo ora della possibilità di personalizzare il grafico inserito.

Come personalizzare un grafico su Excel

La fase di personalizzazione di un grafico è un procedimento ancora più semplice, in quanto il lavoro grosso ormai è stato fatto. Cliccando sul grafico stesso, e successivamente sulla voce Progettazione presente nella barra degli strumenti in alto, è possibile applicare modifiche significative. Innanzitutto è importante dire che, per quanto riguarda la sua posizione all’interno del foglio di lavoro è sufficiente prenderlo e trascinarlo nel punto più congeniale del documento, mentre per le altre modifiche è necessario andare a lavorare sulla barra degli strumenti. Ciò che si ha la possibilità di fare grazie a questa finestra di lavoro è davvero sorprendente, poiché dispone di infinite possibilità. Gli elementi principali sui quali si può da subito lavorare sono lo stile del grafico, cambiare la disposizione dei colori e modificare la disposizione degli elementi. Inoltre è possibile intervenire solamente sul grafico senza andare a toccare i dati presenti nel foglio di lavoro.

Facendo esempi pratici, è possibile andare ad intervenire sul cambio di disposizione delle colonne e delle righe cliccando sulla voce Inverti righe/colonne, piuttosto che inserire nuovi dati tramite la voce Seleziona dati e, infine, cambiare completamente tipo di grafico, passando da un istogramma ad un diagramma a torta.

Inoltre, tenendo in considerazione la barra a destra, è possibile applicare ulteriori modifiche, anche più specifiche. Innanzitutto si ha la possibilità di andare a lavorare sulla posizione della legenda, che deve essere posizionata in un punto evidente ma allo stesso tempo comodo, che non intralci la visuale del grafico stesso. Inoltre vi sono diverse personalizzazioni da poter attuare in merito allo stile del font, ai colori, all’ombreggiatura, al riempimento e al formato in 3D.

Le opzioni quindi, sono davvero molteplici, ma tutte a portata di mano e piuttosto intuitive, basta navigare la barra laterale di destra per poter scoprire tutte le modifiche che si possono applicare. Infine, per quanto possa sembrare scontato, è altrettanto possibile andare ad eliminare diversi elementi all’interno di un grafico, come per esempio i titoli degli assi o le linee di tendenza. Il procedimento è altrettanto semplice, in quanto è sufficiente cliccare sul grafico stesso e successivamente cliccare sull’icona del + che è presente alla sua destra. Da lì si possono vedere gli elementi presenti -e non- all’interno del grafico. Spuntando la casella, gli elementi verranno aggiunti, mentre andando a togliere il segno contenuto al suo interno, gli elementi scompariranno istantaneamente dal grafico, facendoti subito rendere conto se fosse più o meno importante.

In conclusione

Come è possibile notare da questa guida, Excel è un programma ricco di strumenti, funzionalità ed opzioni, offrendo il massimo sotto ogni punto di vista. Come ogni cosa però, va scoperto e capito, in quanto alcuni tasti possono risultare ambigui o addirittura incomprensibili, specie se non si è a conoscenza della loro funzione. L’inserimento dei grafici in un file Excel è una pratica piuttosto diffusa, a differenza della loro personalizzazione. Questa però, se effettuata nel modo giusto, mostra una grande capacità nell’utilizzo completo del programma, oltre che evidenziare la nota creativa di colui che ha pensato a quali modifiche apportare. Ad ogni modo, tutti questi passaggi e procedimenti vengono ampiamente discussi durante il nostro corso di formazione per conseguire la certificazione Excel, insieme a delle tematiche ancora più complesse e specifiche. Per concludere, ti invitiamo a leggere la nostra guida riguardo il download dell’applicazione Excel per il sistema operativo Android, e per scoprire come è possibile utilizzare questo programma anche da mobile.

 

CONTATTI

ROMA

SEDE AMMINISTRATIVA ATC
Via Nomentana, 84 00161 RM
(+39) 06 442 426 86
(+39) 06 442 025 68
(+39) 06 976 018 47

SEDE DIDATTICA ATC
Via Giano della Bella 18 00162 Roma
(+39) 06 442 426 86

SEDE TORINO ATC

Torino:
Via San Donato 59, 10144
(+39) 011 192 17092

ALTRE SEDI DI CERTIFICAZIONE:

Milano:
Corso San Gottardo 19 Int. 1, 20136
( 39) 02 4944 8572

Firenze:
Viale Belfiore 10, 50144
(+39) 055 3241 233

Bologna:
Via Guglielmo Marconi 51 40122
(+39) 051 022 6489

Genova:
Corso Andrea Podestà 8, 16128 
(+39) 010 539 9783

Bari:
Via Carrante, 9 – 70124 BA
(+39) 080 2056 949

Catania:
Via Tarelli, 3 - 95022 - Aci Catena
presso TESI Automazione srl
(+39) 095 7643 817

Padova:
Via Savonarola 217 - 35137 Padova
(+39) 049 823 5815

Napoli:
Via San Giacomo 32, 2 piano - 80133
(+39) 081 006 3612

Cagliari:
Viale Cristoforo Colombo 88
Piano 2° - Quartu Sant'Elena
(+39) 070 7966972

RESTA CONNESSO



ENTE ACCREDITATO

A-SAPIENS

logo-unisapiens-150

Mettiti in contatto con noi!

Inviando il presente modulo accetti il trattamento dei dati personali da parte di A-Sapiens secondo quanto disposto dalla nostra informativa sul trattamento dei dati personali.

© 2019 A-Sapiens - Via Nomentana, 84 - 00161 Roma - P.IVA 13776041009 - Web by

× Contattaci su WhatsApp!